Языки :: Испанский
Аудио
 
 
 

17 Español

Spagnolo

  LECCIÓN OCTAVA. OTTAVA LEZIONE
  Por favor. ¿Puede indicarme...? Per favore, può indicarmi...?
     
1 Por favor. ¿Sabe usted si hay una gasolinera por aquí? (1) Per favore, sa se c'è un distributore di benzina da queste parti (per qui)?
2 ¿No es usted de aquí, verdad? Lei non è di qui, vero (verità)?
3 No, y estoy un poco perdido. No, e sono un pò disorientato (perso).
4 No se preocupe, hay una muy cerca de aquí. Non si preoccupi, ce n'è uno molto vicino a qui.
5 ¿Dónde tiene usted el coche? Dove ha Lei la macchina?
6 Es el rojo que está aparcado detrás del blanco. È la [macchina] rossa (che è) parcheggiata dietro la bianca.
7 Muy bien. La más próxima no está lejos. Molto bene. Il più vicino non è lontano.
8 ¿Ve usted el semáforo? Vede Lei il semaforo?
9 Para llegar a la gasolinera, tiene que girar a la derecha después del semáforo. (2) (3) Per arrivare al distributore, deve girare a destra dopo il semaforo.
10 Muchas gracias por la información. Adiós. (4) Molte grazie per l'informazione. Arrivederci (addio).

  Esercizio  
1 Hay un coche en la calle. C'è una macchina in strada.
2 ¿Dónde está Pablo? Dove è Paolo?
3 No se preocupe. Non si preoccupi.
4 El rojo es para Ana. Il rosso è per Anna.
5 Muy bien. Molto bene.
6 El vaso está detrás del niño. Il bicchiere è dietro al bambino.
7 Por aquí. Da questa parte.

NOTES
(1) Hay è una forma impersonale del verbo "avere", che significa: "c'è", "vi è". Viene usalo con l'articolo indeterminato: un, una, davanti a sostantivi senza articolo e davanti a numeri. Esempio: allí hay un libro = li, c'è un libro;
en España hay naranjas = in Spagna ci sono le arance;
hay cinco alumnos = ci sono cinque allievi.
(2) Regola per l'uso della preposizione para: si usa per indicare scopo, destinazione, finalità, meta o luogo finale, un tempo determinato e anche il risultato di un confronto. Esempi: estudio para ingeniero = studio per diventare ingeniere;
el regalo es para mi = il regalo è per me;
viajo para Roma = viaggio verso (per andare a) Roma;
el trabajo es para mañana - il lavoro è per domani;
hace frío para la estación que es = fa freddo per la stagione in cui siamo.

(3) Il verbo tener accompagnato da que indica obbligo e in italiano si traduce con dover fare, dover agire. Esempio: tengo que hablar = devo parlare, oppure, bisogna che io parli. Vedi lezione sesta, nota N° 1.

(4) Regola per l'uso della preposizione por. Traduce i rapporti di causa e di scambio, viene adottata nei complementi di agente, forma passiva, di mezzo, di causa, di moto per luogo, oppure per indicare prezzi o scambi. Esempi: gracias por la información = grazie per l'informazione;
este cuadro est
á pintado por el pintor = questo quadro è dipinto dal pittore;
compro libros por cien pesetas = acquisto libri per cento pesetas;
cambio un cuaderno por un libro = scambio un quaderno con un libro;
habla por teléfono = parla per telefono;
lo hace por amor = lo fa per amore;
pasea por el jardín
= passeggia nel giardino.

 
Noi abbiamo soppresso le indicazioni relative alla pronuncia per le parole che non presentano alcuna difficoltà, in questo modo la lettura sarà facilitata.
Ricordate che, per il momento, non è necessario imparare a fondo ogni lezione prima di passare alla successiva; i punti difficili da ritenere verranno superati e chiariti man mano che avanzerete.
Invece, non dimenticate
- di pronunciare con più forza la sillaba in grassetto (accento tonico) sorvolando sul resto della parola;
- di rotolare fortemente le rr.